Venerdì 13 iniziativa di solidarietà in tutti i plessi dell'Ic di Portomaggiore.

La raccolta straordinaria di generi alimentari di prima necessità e prodotti per l’infanzia si svolgerà venerdì 13 aprile in tutti i plessi dell’Istituto Comprensivo di Portomaggiore, coinvolgendo oltre 800 alunni dalle scuole d’infanzia alla scuola primaria e secondaria di primo grado, in una catena di solidarietà insieme a volontari, insegnanti e genitori a beneficio delle famiglie più fragili del territorio.

Si rinnova così per la quinta edizione la bella esperienza di dono e gratuità nell’ambito del percorso educativo “Diamoci una mano” proposta quest’anno da Agire Sociale Centro Servizi Volontariato di Ferrara, in collaborazione con la Caritas di Portomaggiore e il patrocinio del Comune di Portomaggiore, all’Istituto Comprensivo portuense che, nella persona della dirigente scolastica Genevieve Abbate, l’ha accolta con entusiasmo.

Gli alunni e i loro genitori saranno invitati a portare a scuola una sportina di alimenti tra: pasta, farina, zucchero, olio (no vetro), pannolini per bambini, detersivo per la persona e la casa, tonno, legumi, carne in scatola (no vetro), pomodori pelati, salsa di pomodoro in scatola (no vetro).

Quest’anno la raccolta solidale con la formula “ciascuno dà quel che può” mette al centro il diritto a un’alimentazione equilibrata tra i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sanciti dalla Convenzione Internazionale delle Nazioni Uniti sui diritti dei minori, che sono narrati sui pannelli della mostra permanente al parco comunale “Mafalda Favero” di Portomaggiore. Pertanto l’iniziativa a valenza comunitaria avrà l’obiettivo di dare un aiuto concreto ai più fragili e di stimolare i più giovani a riflettere sull’importanza del cibo nei primi anni di vita del bambino e sul bisogno di cooperare per distribuire le risorse in modo equo tra i popoli.


Pubblicata il 31 marzo 2017